SEO per il tuo sito: cosa stai pagando veramente?

Nelle ultime settimane ho parlato con diverse aziende che hanno scaricato la nostra Checklist SEO e hanno trovato gran parte degli errori che ho elencato. Nonostante anni di esperienza, quello che ho scoperto mi ha lasciato senza parole. Nella quasi totalità dei casi:
  • avevano pagato qualcuno per l’ottimizzazione SEO del sito
  • non gli era stato spiegato nello specifico in cosa consistesse l’attività pagata
  • pensavano che bastasse avere un sito ottimizzato e pubblicare qualche articolo sul blog per diventare primi.
In generale, diciamolo fuori dai denti, a queste persone è stato venduta come SEO qualcosa che con il diventare Primi su Google non c’entra nulla. Hanno comprato qualcosa che pensavano bastasse a diventare Primi e invece era semplicemente un sito ottimizzato. Che in parole povere è come avere una barca pronta per la navigazione, senza benzina. Avere un sito internet ottimizzato non permette di diventare primi, vuol dire avere un sito internet adatto ad essere primo.
E’ una differenza importante.
Adesso ti starai chiedendo se l’agenzia o il professionista che segue il sito per te stia facendo veramente SEO, oppure se si sta facendo pagare solo per aggiornare il sito. Come fare per capirlo? Per essere veramente SEO, una strategia deve prevedere un’attività di Link Building. Ne hai mai sentito parlare? In parole povere si tratta di un’attività che permette di piazzare link verso il tuo sito su altri siti internet, attraverso la pubblicazione di articoli o altro. E’ importante farla, perché Google valuta l’autorità di un sito grazie al numero di link che riceve e al tipo di siti che ospitano questi link. Il mio collega Alessandro D’Andrea ha scritto due articoli molto dettagliati che ti consiglio di leggere per spiegare come si fa la link building e quanto costa comprare un link. E’ un po’ come un’attività di ufficio stampa, ma fatta ad uso e consumo di Google, perché capisca che il tuo Brand è autorevole e dunque meritevole delle prime posizioni. La Link Building è l’arte di manipolare la percezione che Google ha del nostro Brand, in modo che ci dia maggiore visibilità e un posizionamento migliore rispetto a quello dei nostri competitor. Niente di diverso rispetto a quanto accade già. Così come, tramite l’ufficio stampa, le pubbliche relazioni e la pubblicità i media possono essere influenzati per manipolare la percezione che il pubblico ha di un’azienda, allo stesso modo è possibile influenzare Google. La Link Building è tanto importante che senza di essa non esiste una strategia SEO. Quindi se stai pagando o hai pagato qualcuno perché segua la SEO del sito, ma questa agenzia non fa Link Building, non è sicuro che tu ottenga un risultato apprezzabile. Non voglio dire che tu abbia fatto male a investire tanto tempo e tanti soldi. Se il tuo sito è aggiornato, il tuo blog popolato di articoli, il tuo sito veloce e ottimizzato, hai fatto bene. Ma non è sufficiente a garantire un buon posizionamento sui motori di ricerca, perché basta che anche solo uno dei tuoi concorrenti faccia quello che ti sto dicendo e non sarai mai primo. Certo, con tanta pazienza il tuo sito potrebbe crescere lo stesso, probabilmente sta già crescendo, ma rischierà sempre di essere penalizzato da un cambiamento dell’algoritmo o da uno dei tuoi competitor, che nel frattempo decide di fare un investimento che tu non hai fatto, perché non sapevi quanto fosse necessario. Perché non te l’hanno detto? Ecco una serie di ragioni:
  • per fare le cose bene e avere la certezza di ottenere risultati apprezzabili ci vogliono anni di esperienza
  • è necessario avere molti contatti tra proprietari di siti web di un certo livello
  • non è un ‘attività gratuita, perché chi ospita le pubblicazioni si fa pagare
  • non è economica, perché bisogna scegliere siti autorevoli
  • è un’attività difficile da spiegare, soprattutto se non si hanno i contatti e l’esperienza
  • non si possono garantire risultati certi, perché dipendono da un algoritmo
Fare SEO infatti vuol dire operare in uno spazio proprietario di Google, regolamentato da un algoritmo che si occupa di gestire miliardi di siti internet e che viene aggiornato continuamente. Ci tengo a precisare che non voglio mettere in discussione la buonafede di nessuno, sicuramente chi hai incaricato per il lavoro aveva tutte le buone intenzioni e ha fatto un buon lavoro. Purtroppo però ti ha venduto la barca, senza spiegarti che per navigare ci vuole la benzina. Non te l’ha spiegato perché non aveva l’esperienza per farlo, oppure perché si è lasciato influenzare da quanti nel nostro settore dichiarano ogni piè sospinto che i link non sono più importanti. Solo l’esperienza permette di indicare cosa è necessario fare, e quanto tempo ci vuole, per ottenere risultato. Infatti quello che noi garantiamo non è un risultato, ma un metodo di lavoro che ci ha consentito di Potenziare la visibilità su Google di tantissimi siti, tra i quali c’è quello di Claudio.
Ianiri Informatica, la società proprietaria del marchio Gipo, è mia cliente dal 2014. Insieme abbiamo portato avanti un’attività che l’ha fatta diventare una delle aziende di riferimento nell’ambito dei software gestionali per le strutture mediche. Nel 2018, a seguito di uno degli aggiornamenti algoritmici che hanno fatto perdere al sito una parte dei propri posizionamenti, abbiamo deciso di potenziare la strategia SEO con la Link Building. Qui di seguito un grafico di come si è evoluta la situazione:
Il grafico mostra il numero di parole chiave sulle quali si è posizionato Gipo. I puntini blu che vedi sulla asse delle ascisse sono i link pubblicati. L’attività è iniziata a ottobre 2018. Come puoi notare Google ha iniziato a dare i primi segnali di miglioramento a inizio febbraio (4 mesi dopo). Questo aumento del numero di parole chiave ha portato, nel mese di maggio, il doppio del traffico da Google rispetto allo scorso anno.

Non ci credi?

Guarda cosa dice SEO Zoom, il miglior software SEO online: https://suite.seozoom.it/websitezoom?q=www.gipo.it
Seguo Claudio dal 2014, quindi ho i numeri per dirti che in un anno e mezzo di Link Building abbiamo ottenuto una crescita che senza, avremmo raggiunto (forse) in non meno di 4 anni. E sappi che siamo riusciti ad ottenere un risultato così grande anche perché abbiamo applicato alla Link Building un metodo che ci permette di trarre il massimo vantaggio e che chiamiamo Potenziamento SEO. Un combinato che prevede le seguenti attività, svolte su base continuativa:
  • Controllo dell’andamento del sito su Google
  • Interpretazione di segnali di crescita e decrescita, con lo scopo di assecondare le tendenze dell’algoritmo.
  • Manutenzione delle componenti del sito che hanno un impatto SEO.
  • Pubblicazione di contenuti e aggiornamento periodico delle pagine principali del sito
Senza fare queste attività e senza l’esperienza giusta purtroppo è molto difficile ottenere risultati, a meno che non si voglia fare una “SEO di galleggiamento” che però lascia il sito in balia dell’algoritmo e dei concorrenti. Vuoi controllare se chi stai pagando per la SEO sta facendo bene il suo lavoro? Ci sono almeno 9 errori gravi che impediscono a Google di posizionare bene il tuo sito! Scarica la nostra Checklist SEO che ti permette di verificare in poco tempo e anche se non possiedi particolari competenze tecniche se il tuo sito ha le carte in regola per diventare Primo su Google.

Scopri se hai le carte in regola per diventare Primo su Google!