QUIZ GRATUITO: Quanto è forte la tua azienda su Google?

Lunghezza Testi Sito Internet - Background

Qual è la lunghezza ideale dei testi di un sito internet?

Quanto devono essere lunghi i testi delle pagine di un sito internet? Una domanda che ogni consulente Seo si sente spesso rivolgere dai suoi clienti o potenziali tali.

A questa domanda non può essere data una risposta semplice e definitiva che vale per tutti i siti e per tutte le pagine. Il discorso è complesso, ma in questo articolo troverai ben 2 risposte che ti aiuteranno a capire come e quanto scrivere in una pagina di un sito.

1 – La prima risposta riguarda la SEO: il sito deve avere testi con almeno una parola in più rispetto a quelli dei competitor

Per avere un sito ben posizionato su Google il testo deve essere di almeno una parola più lungo rispetto a quelli dei competitor presenti per la stessa parola chiave all’interno delle prime posizioni della stessa Serp.

Per capire la lunghezza dei testi dei tuoi competitor puoi utilizzare UrlsMatch, uno strumento che ti consente di analizzare e di vedere esattamente quali sono i competitor presenti per una determinata pagina in Serp e quante parole hanno messo all’interno di ogni loro pagina del sito.

Tuttavia, anche se la SEO è importante per il posizionamento di un sito, non è la risposta più corretta alla domanda: al di là della quantità di parole, c’è anche la qualità del testo a fare la differenza, perché ogni testo deve essere funzionale anche in base alle esigenze degli utenti e agli obiettivi della pagina stessa. I veri contenuti seo friendly sono contenuti utili, coinvolgenti, che utilizzano keyword di valore e che soddisfano le richieste degli utenti.

2 – La seconda risposta: più è lungo il testo e meglio è

La risposta SEO è quindi buona, ma non è la risposta più corretta. La risposta corretta è che non c’è limite alla lunghezza di un testo né di un sito internet. Più il testo è lungo e meglio è. 

In molti credono, erroneamente, che all’interno di un sito si debba curare più la grafica a discapito del testo, perché se si scrive molto l’utente si annoia e va via. Niente di più sbagliato.

Non si deve avere paura di scrivere testi lunghi perchè chi è davvero interessato resterà sul sito e leggerà tutto. Non esistono utenti che si annoiano, ma al massimo esistono utenti che non sono in target e tra questi ci sono anche utenti che non sono interessati ai tuoi contenuti. E quelli che fanno parte di questa categoria non sono i clienti a cui devi puntare.

Da un lato i contenuti corti sono probabilmente più fruibili e rispondono in modo soddisfacente a coloro che hanno una curiosità transitoria, ma che non sono veramente interessati. Dall’altro i contenuti lunghi invece sono più convincenti e approfonditi e che quindi risultano più utili per costruire il tuo business e incentivare gli utenti a contattarti.

Ovviamente i testi devono essere lunghi, ma devono avere anche un senso: devono essere testi che anticipano tutte le domande e le possibili obiezioni che i tuoi potenziali clienti fanno quando ti chiamano per chiedere informazioni su un tuo prodotto/servizio.

La funzione più importante del sito è dare informazioni

Quello che devi tenere sempre in mente è che il sito internet serve per dare informazioni alla persone che ancora ti devono chiamare!

I testi ideali sono quelli che riportano informazioni accurate, utili e ottimizzate per soddisfare sia l’intento di ricerca degli utenti che le regole di Google per il posizionamento Seo.

La persona in target prima legge questi testi, si informa per bene su di te e i tuoi servizi e, se sarà soddisfatto, ti contatterà.

Saranno le domande che ti porranno coloro che ti contattano a farti capire se sono dei buoni clienti: il cliente ideale è consapevole, ha letto tutte le informazioni che gli hai fornito e apprezza ciò che sta per comprare perché ha già fatto una selezione tra le opzioni presenti sul mercato, mentre chi salta a piè pari tutto il contenuto di un sito internet e ti contatta direttamente senza essere stato pre-educato non è un buon cliente, perché non pone l’attenzione di cui sia tu che lui avete bisogno per portare avanti la transazione.

È a questi clienti ideali a cui devi pensare quando scrivi i testi del tuo sito.

Per riuscire a scrivere dei testi che dicano esattamente a questi utenti ciò di cui hanno bisogno, prova a creare un elenco puntato delle principali domande che i clienti fanno quando ti chiamano per chiedere informazioni e scrivi i contenuti rispondendo a queste domande.

Chiaramente avendo cura di differenziare le informazioni e distribuirle in modo logico, coerente e chiaro a seconda della pagina che si sta scrivendo: home page, pagina servizi, pagina Chi Siamo, pagina contatti e così via.

La corsa al digitale è iniziata: a che punto è la tua azienda?

Durante il lockdown causato dal Coronavirus, le imprese, accorgendosi che i consumatori online sono ogni giorno sempre più numerosi, hanno iniziato una vera e propria corsa al digitale ottimizzando i propri strumenti per essere più visibili su Google e per fare campagna su Google Ads.

Probabilmente tante imprese- tra cui i tuoi competitor- hanno già aggiustato i testi dei loro siti, investito in Ads o in Link building.

La corsa al digitale è in pieno fermento e ti conviene salire sul treno prima che sia troppo tardi e il primo passo è capire come scrivere i testi del tuo sito.

Qualche riga sull'autore

Angelo Valenza

Angelo Valenza

Titolare di Clickable e Digital Strategist. Mi piace pensare a me stesso come un imprenditore al servizio di altri imprenditori. Per anni ho lavorato come consulente esperto di SEO e ADV per alcune delle più importanti agenzie di comunicazione del territorio bolognese, grazie alle quali sono entrato in contatto con le principali aziende del territorio emiliano-romagnolo (tra le quali Fabbri, Poltrone e Sofà, Unipol, CIR food). Ogni giorno mi alzo con l'obiettivo di creare un'azienda in cui ci si possa riflettere chi ci lavora, siano essi clienti, colleghi e fornitori.

Iscriviti alla nostra Newsletter, riceverai una Guida gratuita!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la Guida Google Ads: un manuale scritto per chi vuole iniziare a fare pubblicità su Google e non sa da dove iniziare. Ti manderemo al massimo una mail a settimana per promuovere gli articoli del nostro blog ed eventuali iniziative commerciali.

Articoli correlati

search-icon-def

Cerca tra gli articoli del Blog